News

Capire che è tempo di fare il Restyling al sito

Qualsiasi manager sa quanto è importante avere un sito web fruibile, ben ottimizzato ed esteticamente piacevole.

Avere una bella home page è come presentarsi ai propri clienti con un bel sorriso pronti ad una stretta di mano.

In questo caso bisogna ragionare come se con il sito stessimo vendendo una parte del nostro lavoro – che poi in realtà è davvero così. L’impressione degli utenti conta molto. Una presentazione mediocre sarà inevitabilmente associata ad un brutto risultato.

Per poter creare un sito all’altezza delle aspettative si richiede una buona dose di creatività e tempo ma soprattutto di persone esperte che riescano a tradurre il sito in concrete possibilità di business. Molto spesso si ha semplicemente bisogno di un restyling per poter “svecchiare” ciò che già esiste, regalandogli nuova linfa.
Quando parliamo di restyling di un sito web non intendiamo cambiare necessariamente “l’anima” del progetto iniziale, ma apportare modifiche grafiche e funzionali che possano rendere il sito all’avanguardia, catturando l’attenzione degli utenti e dando un’idea di dinamicità.
Dopo tutto, il tuo sito è uno degli elementi fondamentali della tua strategia di marketing, giusto?

Restyling: perchè farlo?

Va bene, il sito potrebbe sembrarti perfetto, ma nei fatti non converte; quindi qualcosa non va. È inutile girarci intorno, dovrebbe funzionare come una base per il tuo business ma senza un potente cambio di rotta potresti rimanere con in mano un pugno di mosche.
A questo punto urge una fase di analisi globale per capire dove risiede il problema. Per esempio, il processo visitor-to-lead and lead-to-customer potrebbe non funzionare perchè o l’interfaccia ha una grafica antiquata o perchè stai sfruttando male gli strumenti a disposizione.

Cos’è che ti spinge a fare un restyling?

La concorrenza ha un ruolo decisivo

Spesso si decide di modificare il design del proprio sito perchè abbiamo “sbirciato” qualche concorrente. Per prima cosa, infatti, è importante rendersi conto di quello che accade intorno a noi: analizzare la concorrenza. Sarebbe ottimale buttarsi a capo fitto sul motore di ricerca ed inserire le parole chiave che meglio sintetizzano la tua attività. In un secondo momento, passare al setaccio i vari risultati e studiare  nei minimi dettagli i competitors, facendo attenzione al tipo di grafica utilizzata, ai colori, allo stile della loro comunicazione. Il mercato cambia nel tempo e così anche l’esigenze degli utenti.
Consiglio: identificare i concorrenti più visibili con un SEO audit su internet ed analizzarne i loro punti di forza; se i competitors hanno deciso di interfacciarsi con gli utenti attraverso siti multifunzionali e graficamente belli, dovresti farlo anche tu.

Hai cambiato “look” del tuo negozio/brand

Un sito è paragonabile ad un “punto vendita” virtuale e come questo ha bisogno di una continua manutenzione. Non si può pretendere di attirare clienti con una brutta veste poco curata. Se il target della tua attività è cambiato o magari hai aggiornato la gamma prodotti/servizi è bene modificare di pari passo anche l’aspetto del tuo sito per rimanere in linea con l’immagine aziendale.

Vuoi migliorare il posizionamento organico sui motori di ricerca

Attualmente gli algoritmi dei motori di ricerca danno molta importanza ai contenuti del sito.  Fare un restyling, infatti, non vuol dire solo creare originali layouts ma anche rivedere i contenuti in chiave SEO. Un contenuto di qualità può migliorare nettamente il tuo posizionamento.

Se sei a digiuno riguardo le tecniche di indicizzazione dei vari motori di ricerca, è opportuno rivolgersi a professionisti in grado di creare contenuti di qualità secondo i corretti criteri, in questo campo il fai da te solitamente non paga mai.
Consiglio: non improvvisatevi esperti di marketing e SEO nella creazione di testi ottimizzati. C’è chi può farlo per voi a prezzi accessibili come la nostra SEO agency a Roma.

Vuoi che il tuo sito sia fruibile correttamente dai nuovi dispositivi mobile

La qualità dei contenuti e una veste innovativa sono inutili se i visitatori non possono navigare facilmente un sito da tutti i dispositivi e con qualsiasi risoluzione grafica, per esempio l’utilizzo di dispositivi mobili (cellulari, tablet) per la navigazione internet sta vertiginosamente superando quella del classico pc. Cosa fare a questo punto? Riprogettare l’assetto e renderlo funzionale, implementando nuove tecnologie.
L’architettura del sito deve essere pensata per gli utenti e le loro molteplici esigenze, per questo diventa fondamentale avere un sito responsive, quindi con un layout adattabile ai diversi dispositivi e risoluzioni.

Domandatevi:

  • Possono i vostri clienti trovare facilmente i contenuti?
  • Il vostro contenuto incorpora una call-to-action?

Se le risposte sono negative, è ora di un bel restyling.

Vuoi implementare l’attuale sito con una sezione E-commerce

Se la tua è un’attività di tipo commerciale, al giorno d’oggi, dovresti pensare di predisporre una piattaforma e-commerce, altrimenti sarebbe come non avere una vetrina sulla più importante strada del centro città! Un E-commerce ti permette di raggiungere utenti che altrimenti non passerebbero mai davanti alla tua azienda, di monitorare tramite statistiche i gusti dei visitatori e magari correggere rotta sul tuo catalogo e sulle tue promozioni. I vantaggi in termini di efficienza operativa potrebbero essere innumerevoli.

Restyling significa modificare in base al mercato che si evolve, allo stile che cambia e agli obiettivi diversi nel tempo. Trascurare la propria “vetrina” o il proprio “abito” non porterebbe nulla di buono; il tuo obiettivo deve essere quello di presiedere il canale web, attirando più visitatori possibili e magari  interessati ai prodotti/servizi da te proposti.

Se pensi di avere un sito web che rientri in uno dei casi sopra elencati… è arrivato il momento di rinnovare!

Luca Migliorati
Luca Migliorati
CEO & Founder