News

Se la SEO si sposta sui social

I social rappresentano una fetta sempre più ampia della nostra vita quotidiana al punto che gran parte delle attività umane sembrano essersi spostate in quel contesto: se fino a qualche anno fa solo pensare una cosa simile sarebbe stato un azzardo oggi, viceversa, è impossibile immaginare il contrario e confutare la tesi.

Questione di naturale evoluzione delle cose, si potrebbe dire; e la deriva intrapresa non sembra facilmente invertibile. L’ invasione dei Social nella vita quotidiana riguarda, come detto, vari e disparati campi di azione nei quali giornalmente ci muoviamo: anche aree affini all’utilizzo della rete ma che fino ad oggi non si era mai pensato di sovrapporre o di accostare. O almeno non in modo convinto.
Se pensiamo alla SEO, ad esempio, possiamo riscontrare le sostanziali novità che il mondo dei Social sta offrendo a chi si adopera per posizionare al meglio il proprio sito internet. Operazione tutt’altro che facile e che implica sempre più il contemporaneo intervento in vari campi d’azione. Ecco allora che l’utilizzo dei Social Media si affianca alle tecniche Seo per procedere di pari passo con queste: un connubio secondo molti vincente e che mostra senza possibilità di errore come il trascurare una delle due componenti possa contribuire a non raggiungere i risultati sperati.
La Seo quindi non è più focalizzata esclusivamente sul sito web ma va ad includere strategie precise di social media marketing: è bene specificare che si tratta di un’ implementazione e non la sua sostituzione. Un naturale spostamento nel mondo dei social così come successo negli ultimi anni per molti altri settori.
La Social Seo va quindi intesa come una sorta di megafono finalizzato ad incrementare l’engagement verso i nostri contenuti con l’obiettivo di incentivare la condivisione spontanea degli stessi. La focalizzazione sui social in ottica SEO nasce da fatti inconfutabili e da numeri interessanti:

  1. È innegabile che ormai tutte le aziende si siano spostate sui Social e che si investano sempre più risorse ed energie in strategie di Social Media Marketing. Questo perchè da un punto di vista di impatto emotivo, ad esempio, un post che ha ricevuto molte condivisioni, like ecc… avrà un peso diverso rispetto ad uno che non ha ottenuto riscontri.
  2. Accanto a questa tendenza ne possiamo trovare un’altra altrettanto interessante: ovvero, i Social Media iniziano sempre più a prendere il posto dei motori di ricerca in materia di risultati consigliati. Basti pensare che nel 2012 il 32% delle ‘scoperte’ online è arrivato proprio dai social contro il 54% proveniente dai motori di ricerca. Che un tempo detenevano il monopolio in materia e ora vedono assottigliarsi la differenza.

Ecco perchè l’interesse intorno alla Social SEO è ad oggi in costante aumento e la SMO, ovvero Social Media Optimization, è una disciplina in forte ascesa. Ma come si deve agire per migliorare l’aspetto Social SEO? Quali sono i paletti da seguire?

Suggerimenti per la Social SEO

Naturalmente per mettere in pratica tecniche di Social SEO che risultino essere efficaci e non controproducenti è importante seguire alcuni consigli pratici:

  • Prima di tutto non dobbiamo mai perdere di vista l’importanza di creare contenuti interessanti e che verranno condivisi volentieri dai nostri lettori. Le ‘raccomandazioni’ da parte degli utenti possono infatti valere più di qualsiasi intervento ‘tecnico’ di Seo. E’ un po’ quanto accade con il link baiting, che consiste nello scrivere contenuti apertamente ammiccanti per invogliare il più alto numero possibile di persone a condividere.
  • Utilizzare lo strumento Authorship di Google+: questo permette di influenzare il ranking dei risultati di ricerca dato che il posizionamento varia in base all’autorevolezza dell’autore. Sostanzialmente grazie allo strumento Authorship, Google classifica i propri risultati valutando l’attendibilità degli stessi.
  • Legata al punto di sopra, vi è la necessità di avere profili social personali altamente curati. Soprattutto Google+, proprio per permettere al motore di ricerca di valutare il nostro profilo come attivo e affidabile.
  • Ottimizzare i contenuti dei nostri post; questi dovrebbero contenere la parola chiave per la quale ci vogliamo indicizzare. Al riguardo è importante anche fare il giusto utilizzo degli hashtag scegliendo quello maggiormente appropriato
  • Per quanto riguarda Facebook, creare una pagina e non un profilo. Per una azienda risulta fondamentale

Una serie di consigli da seguire se si vuole ottimizzare al meglio l’aspetto Social perchè tutto quello che condividiamo influisce irrimediabilmente sulla Seo. Per questo focalizzare la nostra attenzione esclusivamente sull’ottimizzazione SEO del sito sembrerebbe non essere più sufficiente. La parola d’ordine è più che mai ‘integrazione’: in questo caso, tra strategie SEO e Social Media Marketing.

Claudio Migliorati
Claudio Migliorati
SEO Specialist