News

Pubblicità non converte? Scopri se la tua Landing Page è efficace

La landing page è la pagina di destinazione alla quale viene reindirizzato un utente che ha cliccato su un nostro annuncio pubblicitario, banner o newsletter. Si tratta di una pagina specifica che va creata ad hoc per un obiettivo ben definito; sostanzialmente se l’utente clicca sul nostro annuncio “borse scontate” si aspetterà di visualizzare un catalogo di immagini delle borse in offerta e non una serie di accessori o, peggio ancora, la Home Page del nostro sito (che magari vende genericamente abbigliamento e accessori moda).

L’errore più comune, infatti, è quello di concentrarsi esclusivamente sulla campagna pubblicitaria ottimizzandola per un alto click-through Rate e ottenere traffico mirato, ma non dedicare sufficiente attenzione a “dove” il nostro pubblico potenziale verrà diretto. Questa è la ragione principale da cui potrebbe dipendere un alto traffico, ma un basso tasso di conversione.

 

Best practises per scrivere una Landing Page che converte

Se investi in pubblicità ma il tasso di conversione è basso, controlla la tua landing page con questo semplice test.
Guardandola, l’utente riesce a rispondere in meno di 5 secondi a queste tre domande?

icona2

Quello che offri risponde al mio bisogno, problema?

 
icona1

Ok, forse. Ma perchè dovrei scegliere te? Qual è il tuo valore aggiunto (rispetto agli altri)?

 
icona3

Ok, mi hai convinto. Cosa devo fare?

 

In un’altro articolo ci siamo occupati di come scrivere una landing page, qui vorremmo offrire alcuni spunti tra le best practises per realizzarla.

  • Nella pianificazione strategica tieni sempre a mente il target a cui ti stai rivolgendo e l’obiettivo che intendi raggiungere.
  • Pensa come una persona che visualizza il tuo annuncio: gli utenti devono immediatamente e facilmente trovare ciò che la tua pubblicità offre.
  • Dal “punto di vista di Google” il punteggio di qualità di una landing page viene attribuito sulla base delle stesse regole applicate ai Siti Web: originalità e rilevanza dei contenuti, usabilità e correttezza. Krishna Bharat, senior researcher di Google, spiega: “Advertisers are coming to the realization that Ads must have a scent that the users will likely find useful”.
  • Ispira fiducia e costruisci credibilità rendendo esplicito e chiaro: di cosa ti occupi, come l’utente può interagire con te e che benefici ne ottiene, come verranno utilizzati i dati eventualmente lasciati dall’utente (privacy e sicurezza).
  • Testa la navigabilità del sito: velocità di caricamento delle pagine, possibilità di aprirle da diversi browser; nulla infastidisce di più un utente di una pagina che non si apre o non si visualizza correttamente.
  • Includi le parole chiave che gli utenti comunemente utilizzano per ricercare ciò che tu vuoi offrire; utilizza Google Trends e gli strumenti di ricerca di parole chiave monitorandone il traffico e il numero di risultati.
  • Mantieni le promesse! Dai all’utente solo le informazioni di cui ha bisogno e che sta cercando;
  • Inserisci una call to action chiara e che spinga all’azione, come ad esempio “Gioca”, “Vinci”, “Compra Ora”, “Impara”, etc.
  • Effettua un testing di efficacia sulla tua pagina prima di mandarla online (ad es. A/B test e Multivariating Test);
  • Monitora il suo andamento ed effettua a distanza di tempo nuovi test: qualcosa potrebbe essere cambiato e la tua pagina non essere più efficace!

Landing Page Test maggiormente utilizzati

A/B Test: presentare due proposte alternative
ab

Multivariating Test (MVT): presentare più proposte alternative intervenendo su diversi fattori (es. titolo, immagine, call to action)
multivariate

La Landing Page è pronta per mandarla online? Spunta la Check List!

Pianificazione

  • specificità della landing page;
  • analisi della concorrenza: la mia offerta è aggiornata?
  • Unique Value Proposition;
  • qual è la Call to Action? Cosa vorrei che l’utente facesse?

Architettura

  • correttezza codice;
  • layout originale ed accattivante;
  • usabilità;
  • indicizzazione e tracciabilità dai motori di ricerca;
  • verifica cross-browser e cross-devices (se destinata a mobile e pc);
  • ottimizzazione SEO;
  • inserimento tag, form e link funzionanti;
  • A/B testing;
  • design di impatto, chiaro e diretto.

Concept e Web Writing

  • presentazione del prodotto in modo chiaro;
  • presentazione dei plus del vostro servizio/prodotto;
  • fiducia e credibilità;
  • navigabilità ed immediatezza comunicativa;
  • call to action;
  • persuasive copywriting;
  • titoli mirati;
  • attenzione al target;
  • uso dei colori e delle immagini (Eye testing).

In generale non dare mai nulla per scontato; con il tempo, effettuando diversi test e tentativi, ci si accorge di come anche piccoli cambiamenti o variazioni possano completamente ribaltare i risultati e trasformare una landing di scarso valore nella landing perfetta per i propri obiettivi. Concentrati sempre sulle Persone alle quali ti rivolgi e offri loro Valore, Credibilità e Soluzioni.

Luca Migliorati
Luca Migliorati
CEO & Founder