News

Glossario di termini tecnici del web design

Molto spesso, oggi, siamo letteralmente investiti da una miriade di termini tecnici: sidebar, header, footer; questo sono solo alcuni dei numerosi nomi che quotidianamente gli esperti nelle web agency utilizzano come se stessero parlando di ovvietà, che purtroppo per molti non sono percepite come tali. Proprio per questo abbiamo deciso di realizzare un piccolo glossario dei termini che più spesso ricorrono tra i designer:

Glossario del web design in ordine alfabetico:

Banner:

si tratta di una delle più conosciute forme di pubblicità sul web. Sono riquadri che possono avere diversi formati, generalmente standard, e che hanno una determinata posizione all’interno di una pagina web.

CMS:

“content management system”, letteralmente sono sistemi di gestione dei contenuti. Sono software installati su un server studiati per facilitare la gestione dei contenuti di un sito web, utilizzabili senza particolari conoscenze di programmazione.

Cookie:

non sono altro che le tracce e le informazioni, che durante le nostre connessioni internet lasciamo sui server o ci vengono lasciate dagli stessi, al nostro passaggio nella rete.

Dominio:

rappresenta il nome che diamo al nostro spazio su Internet. Normalmente rappresenta l’indirizzo che digitiamo per accedere ad un sito.

Duplicate content:

si intende un contenuto (sotto forma di testo) di un sito che viene qualificato come copiato da un’altra pagina web, dai motori di ricerca.

E-commerce:

sito interamente dedicato alla vendita di articoli o servizi sul web.

Footer:

sarebbe il classico “piè di pagina”, è la parte di pagina che chiude il corpo. In questa sezione, normalmente vengono riassunti tutti gli elementi principali di un sito e inseriti i dati e le informazioni basilari come: indirizzo, contatti, partita iva, copyright, etc. etc.

Form:

è l’interfaccia che offre la possibilità all’utente, di inviare una serie di dati da lui inseriti. Si può dire che è l’equivalente digitale di un modulo cartaceo dove si inseriscono i dati anagrafici e di contatto.

Header:

ovvero intestazione, posizionato sopra il corpo è la zona più alta di una pagina web. La prima che un utente vede, abitualmente ha al suo interno i tratti distintivi di un sito come logo, menù, etc. etc. Home page: sarebbe la prima pagina di un sito, ha il compito di dare una visione d’insieme del sito al visitatore che vi atterra.

Hosting:

è il servizio dedicato a mantenere il vostro sito internet presente online.

Landing page:

in italiano “pagina di atterraggio”, normalmente è una pagina di un sito realizzata specificatamente per campagne pubblicitarie o per azioni SEO. Ha quasi sempre lo scopo di generare una conversione che sia questa un contatto o un’acquisto.

Newsletter:

è un notiziario scritto ed inviato attraverso e-mail a diversi destinatari che, normalmente hanno acconsentito o specificamente richiesto l’invio di questi contenuti.

One page:

più che un termine rappresenta una tendenza in cui vengono realizzati i moderni siti. Questo non significa letteralmente che siano tutti interamente su una sola pagina ma che per passare da una sezione all’altra di un sito si può tranquillamente scorrere verso il basso.

Permalink:

sarebbe la contrazione delle parole permanet link, ovvero un collegamento ipertestuale permanente. Rappresenta semplicemente un link di una determinata pag., di una sezione del sito o di un post. Ovviamente non sono presenti sui siti “one page”.

Plugin:

si tratta di un componente che interagisce con un altro programma per aumentarne le funzioni.

Privacy Policy:

è il documento che da l’informazione a tutti gli utenti, che navigano un determinato sito riguardo il trattamento dei dati personali. Ad esempio se si raccolgono nome, cognome, mail, etc. etc.

Redirect:

è un rimando ad un’altra pagina. La pagina che ha questo comando, contiente al suo interno un codice che permette di reindirizzare verso la pagina desiderata.

Responsive:

quando si tira in ballo questo termine, si intende una particolare tecnica, applicata in fase di realizzazione di siti web, che consente alle varie pagine di un sito di riadattarsi automaticamente al layout del dispositivo dalla quale vengono aperte.

Scripting:

Descrizione di azioni richieste attraverso precisi linguaggi di programmazione, lo script appunto definisce il controllo delle operazioni richieste dal calcolatore.

SEO:

Search Engine Optimization. Si tratta di un insieme di attività volte al miglioramento qualitativo delle pagine di un sito web al fine di agevolerne il posizionamento sui motori di ricerca.

Sidebar:

è una colonna verticale che si trova al lato di una pagina, destra o sinistra è indifferente. Di solito al suo interno sono presenti varie tipologie di contenuti, come: news, link, banner, etc. etc.

Slideshow:

è una presentazione di immagini, normalmente usata nell’home page.

Template:

“modello”, nel mondo dello sviluppo di siti costituisce una struttura di base che avrà il compito di definire i differenti contenuti che compongono il sito. I vari template definiscono lo stile del sito.

UX Design:

“User Experience Design”, è una tecnica che ha il compito di rendere intuitivo e facilmente usabile un sito web.

URL:

è l’acronimo di “Uniform Resource Locator”. Ovvero l’indirizzo di un determinato documento o pagina web. Usabilità: ci si riferisce alla facilità di interazione tra un utente e un sito web.

Widget:

sono componenti grafici propri dell’interfaccia utente, che hanno lo scopo di facilitare l’interazione con il sito stesso.

Alessandro Piccinini
Alessandro Piccinini
Frontend Developer