Strategia-marketing-per-il-black-friday
Opinions
Opinions

Black Friday: strategie e tecniche per puntare al massimo

Il Black Friday è sicuramente tra gli eventi più importanti dell’anno per qualsiasi e-commerce. Per ottimizzare i risultati e fare in modo che il proprio sito sia pronto ad affrontare il ‘grande giorno’ è fondamentale giocare d’anticipo. Di anno in anno i tips & tricks cambiano e si evolvono in base alle nuove tecnologie e alle ultime dinamiche dettate dal web, ecco perché è opportuno monitorare e anticipare sempre la richiesta da parte del pubblico.

Come affrontare il Black Friday senza deludere le aspettative del pubblico?

Innanzitutto, è bene ricordare che il Venerdì Nero non riguarda una giornata in particolare (per il 2022, in particolare, il 25 novembre) ma almeno 3-4 settimane che precedono la fatidica data. Si tratta di una sorta di countdown, un’escalation di offerte e scontistiche che culmineranno proprio nel giorno del Black Friday. Il periodo di fermento si protrarrà poi per alcuni giorni (sono immancabili, infatti, le proposte per il Cyber Monday).

Uno dei punti di partenza in vista di questa ‘maratona marketing’ è il database clienti: controlla che sia aggiornato e, qualora i contatti non fossero sufficienti, pianifica per tempo una landing page per la generazione di nuovi lead. Inoltre, verifica l’intera infrastruttura marketing della tua piattaforma, dal catalogo alle offerte, così da non creare pericolose lacune che potrebbero mandare in ‘tilt’ il sito. Un esempio? Basta inserire il link sbagliato in una promozione e il danno è fatto.

Avvia in anticipo campagne ad hoc sui social media (MA NON SOLO). Come durante il periodo delle festività natalizie, è essenziale dedicare parte del proprio budget alle campagne su Facebook, Instagram, Youtube, ecc. ovviamente a seconda del pubblico di riferimento. Ogni brand, infatti, ha un target diverso, bisogna individuare il proprio e puntare al massimo del coinvolgimento e dell’interazione.

Un altro dettaglio da non sottovalutare riguarda il calendario marketing da strutturare con – almeno – qualche settimana di anticipo: ogni data può essere l’occasione per stimolare l’utente a visitare la piattaforma, che sia per iscriversi alla newsletter oppure per approfittare di una determinata offerta.

Preparati per il Black Friday: dai social media all’automation marketing

L’automation marketing non sarà tutto ma sicuramente gioca un ruolo fondamentale ai fini delle vendite online, specie in un periodo tanto intenso e competitivo come quello del Black Friday. Durante le settimane che precedono il Venerdì Nero, infatti, la quantità di email inviate da parte delle aziende aumenta esponenzialmente. 

Il trucco è creare una newsletter efficace, che riesca a contraddistinguersi dalle altre, tanto dal punto di vista della creatività quanto da quello dell’offerta vera e propria. Per battere la concorrenza e fare in modo che i clienti decidano di aprire la newsletter conviene lavorare a 360° e studiare a fondo il pubblico al quale ci si rivolge. In questo caso più che mai il Retargeting è fondamentale

Ultima ma non meno importante è la creatività! Sia per il copy che per le grafiche, uno stile accattivante, originale e coinvolgente è alla base di una strategia di successo.

Come sta cambiando il pubblico online?

Il Black Friday è veramente uno dei giorni dedicati allo shopping più impegnativi dell’anno? Sì, e lo è sempre di più! Nel 2020, ad esempio, gli acquirenti online hanno raggiunto un livello record, crescendo del 22% rispetto all’anno precedente.

Inoltre,  come cambiano e si aggiornano gli strumenti tecnologici e le strategie marketing altrettanto fanno i consumatori. I loro interessi e il loro approccio all’acquisto online si trasformano molto più velocemente rispetto al passato. In Italia, in particolare, ha iniziato a destare particolare attenzione un tema di vitale importanza: la sostenibilità.

“Un terzo dei consumatori italiani intervistati da Google crede che l’importanza della sostenibilità crescerà nei prossimi anni, soprattutto nei settori energia e automotive”, si legge in un articolo di Think With Google, nel quale si precisa che “le persone in Italia sono aperte a testare e scegliere nuovi brand, proprio perché sostenibili”. 

Attenzione, quindi, agli strumenti con cui si sceglie di affrontare il Black Friday, ma senza dimenticare mai che al primo posto viene sempre il consumatore.

Hai qualche dubbio? CONTATTACI!

P. S. 
Non sai perché si chiama “Black Friday”? Scoprilo nel nostro approfondimento: Black Friday: dall’origine del nome al debutto in Italia

Valeria Benincasa
SEO Copywriter & Digital PR