ecommerce-pagamenti-rate
News
News

Pagamenti a rate online e le conversioni si impennano

Nel 2020, secondo i dati della School of Management del Politecnico di Milano,  le vendite di prodotti online nel segmento B2C hanno registrato un incremento del 45% rispetto al 2019 e si prevede un’ulteriore crescita nel 2021. Ma quali sono i fattori che stanno favorendo questo trend tanto positivo? Sicuramente tra le innovazioni tecnologiche con un impatto sostanziale sulle vendite via web un posto di primo piano è occupato dai sistemi di pagamento online, che consentono all’utente di rateizzare gli importi quando fa un acquisto sulle piattaforme e-commerce. 

Molti utenti e-commerce scelgono i pagamenti a rate

L’Adobe Digital Economy Index rileva come nei primi due mesi del 2021 il sistema di pagamento “compra ora e paga poi” sia cresciuto del 215% rispetto allo stesso periodo del 2020, soprattutto tra i millennials (la generazione dei nati tra il 1981 e il 1996 secondo il Pew Research Center) e la generazione Z, composta dalle persone nate dopo il ’96. Questi segmenti di mercato sono molto appetibili per i merchant, ma non sempre hanno un reddito stabile, la liquidità necessaria per oltrepassare determinate soglie di spesa e la disinvoltura per indebitarsi. Per questi motivi i millennials e la generazione Z preferiscono pagare a rate e senza interessi.

Inoltre, il fenomeno dei pagamenti rateizzati ha iniziato diffondersi fra gli acquirenti online grazie alla direttiva europea Psd2, che ha abbattuto velocemente le limitazioni poste dai confini bancari e dalle barriere burocratiche, che limitavano la diffusione dei pagamenti digitali sulle piattaforme e-commerce.

Pagamenti a rate = Aumento del valore del carrello medio

Gli utenti delle piattaforme e-commerce abbandonano spesso l’acquisto durante la fase di check out perché non vogliono – o non possono – spendere subito un determinato importo. Per limitare tale comportamento, attivare l’opzione del pagamento a rate può incidere in modo significativo sull’aumento del tasso di conversione e sul valore del carrello medio del merchant.

Il pagamento a rate è reso possibile da un sistema di pagamento tecnologico, che consente a chi acquista online di scegliere se pagare in più rate (solitamente tre o quattro) senza interessi, adottando la formula “compra ora e paga poi”. Dopo aver effettuato l’acquisto, l’utente riceverà il primo addebito sulla sua carta di credito o di debito (Visa, Mastercard, Amex, Nexi, ecc.) e le altre rate automaticamente a intervalli prestabiliti (generalmente a 30 giorni).

Come funzionano questi sistemi di pagamento?

Per abilitare un e-commerce al “compra ora e paga poi” e consentire agli utenti di rateizzare l’importo quando fa un ordine, è necessario effettuare un intervento di system integration. Ciò significa effettuare un intervento tecnico per connettere e far “dialogare” la propria piattaforma e-commerce con uno o più sistemi informatici esterni (e i relativi fornitori che forniscono questi servizi), abilitando così la funzionalità del pagamento a rate, oltre alle opzioni di pagamento ordinarie, per potenziare il proprio e-commerce con un nuovo strumento di vendita online. 

Sistemi di pagamento del genere si integrano bene con i principali CMS Open Source e in modalità SaaS (Software as a service): Magento 2, Shopify, WooCommerce, Prestashop, Opencart e Salesforce. Inoltre, i provider, grazie al costante lavoro di ricerca e sviluppo svolto dai loro team, rilasciano guide, documentazione API (Interfaccia di programmazione delle applicazioni) e supporto tecnico, per affinare i processi di integrazione e sincronizzazione tra le piattaforme.

Principali provider e vantaggi della rateizzazione

Sul mercato attualmente sono presenti diversi provider che forniscono servizi di pagamento innovativi, tra cui la start up svedese Klarna, con oltre 90 milioni di utenti su scala globale e 2 milioni di transazioni giornaliere, e l’italiana Scalapay scelta da noti brand sportivi e del fashion. Di recente in Italia si sta muovendo positivamente anche Afterpay, nota come Clearpay, si tratta della fintech australiana che nei primi due trimestri del 2021 ha fatto registrare oltre 10 miliardi di vendite online. 

Ecco quindi quali sono principali vantaggi consentiti dai sistemi di pagamento a rate per migliorare lo shopping online sui vostri e-commerce:

  • Incremento del tasso di conversione;
  • Aumento del valore del carrello medio;
  • Pagamenti sicuri (il provider solitamente anticipa l’importo speso dal cliente sul conto del merchant);
  • Miglioramento della customer experience e del livello di soddisfazione del cliente;
  • Opportunità di proporre l’opzione “compra ora e paga poi” nei mercati B2C e B2B per consentire il pagamento di importi piccoli, medi e grandi;
  • Acquisizione e fidelizzazione dei segmenti millennials e generazione Z.

Di questi vantaggi ne abbiamo avuto prova concreta, avendo osservato i benefici sulle vendite online di alcuni siti e-commerce gestiti dal Gruppo Tun2U. Un esempio? L’e-commerce di un nostro cliente attivo nel settore fashion su scala internazionale (per motivi di privacy non possiamo rivelarne il nome), dopo aver integrato Scalapay nella sua piattaforma su base Magento2, ha incrementato in tempi brevi il carrello medio di circa il 10%. Inoltre, sull’e-commerce del nostro cliente, Scalapay è diventato il metodo di pagamento più utilizzato dagli utenti abilitati.

Fabrizio Scatena
Key Account Manager