call-to-action

News

Come possiamo ottimizzare le call to action del nostro sito?

Per massimizzare l’interazione degli utenti con il proprio sito è fondamentale, fra le numerose cose, inserire le famose call to action, ovvero una piccola frase o anche una sola parola a volta che ha l’obiettivo di indirizzare l’utente a fare una determinata azione.

Cerchiamo di capire come riuscire ad ottimizzare e a scrivere meglio una CTA. Prima di iniziare va detto che l’obiettivo della call, deve essere quello di invogliare chi naviga il sito, a continuare il suo cammino o magari ottenere una conversione. Inoltre dobbiamo sempre tenere a mente che la maggior parte degli internauti sono utenti passivi, molto difficilmente realizzeranno un’azione se non sono invitati a compierla, ecco perchè normalmente è consigliabile utilizzare il verbo nella sua forma imperativa, le classiche sono: “chiamaci”, “contattaci” o lo scontato “clicca qui”.

Anche l’utilizzo di avverbi temporali (ora, oggi, etc. etc.) può essere un ottima soluzione, l’importante è che la frase sia chiara, diretta e facile da ricordare. Es: “iscriviti ora alla news letter, sarai costantemente aggiornato su tutte le novità…” Non dimenticatevi mai di essere chiari, se quello che chiedete risulterà troppo complicato o difficile da fare, avrete perso una grande opportunità.

La call to action può usare leve molto forti, scopriamole

Dal punto di vista strategico si possono seguire differenti tipologie di azioni:

  1. Potrete scegliere la via dell’immediatezza, cosa c’è di più stimolante per un utente di di essere “subito” gratificato o magari potreste usare l’effetto urgenza, del tipo “…solo fino a domani…” o ancora “...contattaci subito per…”
  2. Una scelta alternativa potrebbe essere quella delle emozioni, innescare i sentimenti potrebbe essere una leva fortissima in grado di convincere qualcuno a compiere un’azione.
  3. Potreste fare immedesimare i vostri utenti in un determinato contesto, ad esempio: “quanto spesso i vostri pacchi non arrivano puntuali? Rivolgiti al nostro servizio di corriere espresso…
  4. Una soluzione efficace potrebbe anche essere quella di rendere una determinata situazione ancora più grave, ad es: “Stanchi di quella sensazione di freddo ai denti? Prima che il problema diventi più serio, rivolgetevi qui…” Utile da usare in un azione di e-mail marketing.
  5. Da sempre alla gente piace sentirsi parte di una collettività, questa è una leva molto forte da sfruttare, ad es: “Già 5 milioni di persone si sono segnate al nostro sito, tu cosa stai aspettando?…
  6. Far risparmiare è sempre una carta vincente, differenziati offrendo un reale vantaggio economico ai tuoi clienti.
  7. Sfrutta l’immaginazione, riprodurre un immagine mentale nelle testa di un consumatore può essere una leva fortissima. Questo stato può facilmente essere stimolato utilizzando parole come: “immagina….”, “prova a pensare a questo…” etc. etc.

Assodato che la call-to-action è ormai parte integrante di un persuasive copywriting, serve quindi ad eliminare gli ultimi dubbi dalla testa di un utente spingendolo ad un’azione, ricordandosi comunque sempre di rispettarlo. Chi approda sul vostro sito non va mai ingannato ne forzato, evitate quindi di fargli credere di essere dinanzi l’offerta del secolo solo per farlo “cliccare”, se poi non è così a tutti gli effetti.

Elisa Falappa
Elisa Falappa
Project Manager