e-commerce-business-intelligence

News

E-commerce e business intelligence

Il mondo degli e-commerce è un mondo complesso, popolato da un’infinità di dati. Oggigiorno la competitività online è estremamente elevata e sapere analizzare i dati al fine di prendere le giuste decisioni è un passaggio cruciale.

Per lavorare con un e-commerce, quindi, è necessario avere un sistema di Business Intelligence (BI). Tali sistemi sono anche chiamati Decision Support System (DSS), ossia sistemi a supporto delle decisioni aziendali, proprio perché la Business Intelligence incamera infiniti dati aziendali, li elabora e fornisce degli output sintetici e di rapida comprensione che consentono poi di prendere decisioni strategiche.

E-commerce, business intelligence e Decision Support System

I dati che vengono analizzati sono numerosi e molto variegati tra loro. In ambito logistico le spedizioni e i resi sono la base di qualsiasi e-commerce, così come i metodi di pagamento (carta di credito, bonifico o contrassegno, per citare i più ricorrenti). Ovviamente poi il dato principale arriva dagli ordini: questi possono essere completati, annullati o rimborsati. Un ordine sarà composto da uno o più prodotti, ognuno dei quali avrà chiaramente un costo di acquisto, una quota imponibile e un margine operativo.

Nel caso in cui l’e-commerce avesse più domini e la possibilità di vendere i propri prodotti in più Paesi sarà necessario segmentare i dati su base geografica. Un famoso proverbio dice “Paese che vai, usanza che trovi” e mai detto fu più adatto: in ogni Paese il comportamento di acquisto degli utenti cambia e bisogna sapersi adattare alle richieste del mercato.

E-commerce: la business intelligence aiuta a prendere decisioni strategiche

Tutti questi dati presi singolarmente sono sicuramente indicativi di un processo aziendale, ma incrociarli tra loro apre un ventaglio di nuovi scenari utile a prendere decisioni strategiche. Per questo motivo la componente statistica fa della Business Intelligence il ‘supereroe’ di cui tutti gli e-commerce hanno bisogno.

Ad oggi, sul mercato, ci sono varie piattaforme di Business Intelligence tra cui Haliante. Realizzata da Tun2U, Haliante presenta un elevato livello di dettaglio dei dati di input e di output: in pochi e semplici passaggi è possibile aggregare i dati e incrociarli per realizzare consuntivi delle attività svolte e, quindi, preventivi delle nuove strategie. 

I dati di input possono avere varie sorgenti: dal gestionale ai marketplace, dai punti vendita fisici alle promozioni delle newsletter.

Haliante permette di reperire i dati da più fonti così da avere tutto a portata di mano, ma soprattutto di analisi. In aggiunta, gode di un’interfaccia grafica estremamente intuitiva e in ogni schermata è subito possibile individuare i dati principali. Nella dashboard, ad esempio, è subito visibile – in maniera chiara e dettagliata – una panoramica del rendimento dell’e-commerce in termini di ordini, valore medio degli ordini e profitto, lordo e netto.

La Business Intelligence è quindi imprescindibile per una corretta gestione dei business ex ante ma anche ex post, perché ogni decisione presa su dati storici ha degli sviluppi futuri.

Giacomo Bellenchi
Giacomo Bellenchi
Digital marketing manager