News

Blogging, Email Marketing e Social: attrarre ed acquisire

Nello scrivere un Blog ci si rivolge ad un pubblico vasto, tecnicamente interessato, con lo scopo non solo di informare ma anche di “vendere”: idee, prodotti, servizi.

Ad esempio, nel caso in cui si scrive un Fashion Blog di successo è chiaro che ne sorgono delle dinamiche che consentono alla blogger un accesso diretto a determinati prodotti sponsorizzati.

Dobbiamo considerare, quindi, che un Blog rappresenta la strada migliore per ottenere l’attenzione online, instaurando un legame telematico con i propri utenti e, talvolta, la possibilità di una vendita. Per tale motivo non è un opzione da prendere superficialmente. Tuttavia, fare Blogging senza alcun “aiuto” a volte non basta, ma deve essere supportato da un mezzo che gli consenta di accedere ad un pubblico di massa, o anche circoscritto, ed essere recepito in tempi brevi. Per questo motivo potrebbe essere interessante e produttivo integrare il Content Marketing con l’E-Mail Marketing, moltiplicando così l’efficienza.

L’Email Marketing: 5 modi per un Best- Selling

L’E-Mail Marketing è uno strumento fondamentale per un’accurata campagna marketing che mira a pubblicizzare un brand, un servizio specifico o un blog. Tutto sommato, questo servizio consente di “connettersi” ad un livello più intimo, costruendo una fiducia con il pubblico e fornendo uno strumento utile per entrare in contatto diretto.
Blog e Newsletter potrebbero essere un binomio vincente, purchè si proceda con criterio e cautela per evitare di essere considerati “indesiderati”. I post, gli articoli e gli aggiornamenti mail dovranno essere pertinenti e non invadenti per poter essere presi in considerazione dal pubblico di utenti.
Tenendo conto di 5 punti fondamentali e curando attentamente la propria strategia di marketing, l’ascesa del business sarà inarrestabile.

1. Incuriosire. “Getta l’amo”

L’intenzione principale è quella di far aprire la mail e convogliare gli utenti sul proprio sito, attirandoli “nella propria rete” con cadenza settimanale, bi-settimanale o mensile; non di più. Quando si vuole mettere in luce un post particolare, si consiglia di inviare manualmente una mail includendo:

  • un’anteprima “attraente” del post del blog, facendo incuriosire;
  • un “consiglio spontaneo”, incoraggiando commenti e condivisioni attraverso un apposito link che rimandi direttamente al blog.

Per migliorare le proprie prestazioni è anche possibile appoggiarsi a programmi che seguano passo dopo passo la condivisione dei contenuti attraverso newsletter ed organizzino in modo ottimale la mailing list come MailChimp.

2. Rispondere. “Rispondi alle domande”

Alcune mailing list mirano a far conoscere un blog, a vendere un corso o alcuni prodotti specifici. Per prima cosa, quindi, creare un’apposita sezione FAQ per rispondere alle domande più comuni è la mossa migliore. Il link al blog, allo stesso tempo, non deve mancare per consentire di accedere al sito e leggere, dettagliatamente, ciò che era stato accennato. Es. “Scopri la regola anche tu con il nostro glossario del blog”.

3. Privilegiare con Free Updates. “Vizia il cliente”

La fidelizzazione per mail è una procedura massiva sicuramente diversa dalle altre perchè implica il rischio di non essere letti. Per tale ragione, inizialmente si può creare un Free Updates in cui si mette a disposizione una porzione del corso o servizio come privilegio esclusivo. È provato, infatti, che quando si legge la parola Free, si dimostrano tutti interessati. In un secondo momento, la cosa migliore da fare è richiedere ai lettori la firma per poter ricevere aggiornamenti gratuiti dal blog fino ad un certo periodo di tempo, oltre il quale è suggerito il pagamento.
Es. “Clicca qui per approfittare dell’offerta (17 euro anziché 34) e scoprire le semplici strategie che portano risultati”.

4. Arricchire con i guest post. “Scegli ospiti speciali”

Cercare interventi esterni che possano avvalorare la sezione di cui si sta trattando è essenziale. Ad esempio se la tematica fosse la cucina sarebbe consigliato associare promozioni inerenti a quell’ambito, affiancate anche da guest post di professionisti del settore. In questo modo si verrebbe a creare un’ampia raccolta di testi e link efficaci per poter catalogare le proprie tematiche e, semmai, accogliere nuovi lettori interessati. Es. “Solo questa settimana potrete seguire lo chef e le sue ricette”.

5. Sfruttare i social media. “Social si, ma senza esagerare”

Il social networking può essere una grande risorsa per il business, di qualsiasi genere, ma solo se si rimane concentrati sul reale obiettivo.
La condivisione di un’email sui social network è efficace perchè permette di incentivare la diffusione virale del contenuto, incrementando le visualizzazioni, ma non bisogna esagerare. È interessante constatare che la condivisione su una piattaforma social permette alla mail un numero potenzialmente infinito di persone.

E-mail marketing e Social media: binomio perfetto

Per una corretta strategia di web marketing, quest’ultimo passaggio è di sicuro il vero punto di forza da non trascurare al fine di aumentare il traffico sul proprio sito, favorendo così potenziali acquisti. Una simile distribuzione indiretta, dunque, può procurare nuovi lettori e iscritti, semplicemente con una condivisione.
Studi recenti dell’Osservatorio Statistico di MailUp confermano che tra tutte le newsletter quelle che sono munite di link social hanno maggiore possibilità di tradursi in affare rispetto a quelle senza link, condivisi, invece, su Facebook o Twitter. Combinando questi due strumenti, social ed e-mail marketing, si riscontra un’ottima interazione con i consumatori. Il grafico evidenzia, dunque, un OR del 28,7% sui messaggi con il tasto di sharing, creando una lettura “infinita” della mail grazie alla possibilità di condivisione.

EmailMarketing

Concludendo, una newsletter deve avere:

  • un’anteprima;
  • un messaggio diretto che invogli all’acquisto del pacchetto;
  • una promozione esclusiva;
  • un collegamento al Blog ed ai social.

È chiaro quindi che inviare una mail che possegga questi parametri significa attrarre, acquisire e fidelizzare potenziali clienti, interessati a seguire il blog, in primo luogo, ed accedere ai servizi in vendita, in secondo luogo.

Cosa si deduce da queste righe?

Fare Blogging significa crearsi una reputazione online in vista; una newsletter vuol dire far conoscere i privilegi di essere un utente fidelizzato; utilizzare i social per diffondere blog e newsletter imporrebbe la presenza sul web con una conseguente impennata del business.

Donatella Lena
Donatella Lena
Administration Office